Home About

About

Sweet as a Beet parla delle mie passioni.

Parla di case e interni.

 Fin da piccola ho sempre collezionato e sfogliato con occhi sognanti le riviste d’arredamento, mi divertivo a spostare i mobili della mia stanza e a pensare a mille modi per rinnovarne lo stile. L’amore per la casa mi è stato trasmesso da mia madre, compagna di progettazioni domestiche e interminabili gite nei negozi di arredamento. Credo che curare l’aspetto delle nostre case sia fondamentale, perché sono una parte importante della nostra vita. Casa è un posto sicuro, accogliente e intimo che racconta la nostra personalità attraverso forme e colori. Mi piacerebbe quindi poter condividere con voi il mio genuino amore per la casa e l’arredamento d’interni.

Parla di idee.

Mi piacerebbe condividere con voi tutto quello che per me è fonte d’ispirazione. In particolare adoro il design scandinavo, mi piacciono molto le sue linee semplici che lo rendono essenziale in modo affasciante. Ho anche un debole per i packaging curati, minimali e dai colori pastello. Ho sempre ammirato l’intuizione geniale che sta alla base dei migliori progetti di buon design: innovativo, funzionale, estetico e sostenibile.

Parla anche di green-living.

Credo fermamente nella necessità di imparare a prendersi cura dell’ambiente, rispettare la natura e tenersi informati sulle problematiche ambientali. Penso sia importante sviluppare una consapevolezza ecologica e abitudini sostenibili per essere (anche una piccola) parte di un grande cambiamento.

 

E questa sono io: Marta

Sono nata e cresciuta in Liguria in un piccolo paesino del levante, ma vivo da qualche anno a Genova, dove studio Scienze Internazionali all’università. Ho una mente precisa, ma un cuore creativo. Mi piace stare all’aria aperta e non potrei mai rinunciare alle mie amate montagne. Mi piace viaggiare, imparare nuove lingue e scoprire culture diverse. Mi piace fotografare, leggere e guardare film francesi. Ho uno spirito eco-friendly e non mi vergogno ad ammettere che fare la raccolta differenziata mi da una certa soddisfazione. Mi piace cucinare dolci, perché mi insegna ad avere quella pazienza che un po’ mi manca. Oh, e soffro anche di una grave dipendenza da caffè filtro.